Scritti

Alcuni aspetti e valori del fenomeno impresa sono indagati con rigore scientifico in oltre 200 articoli offerti all’attenzione sia del lettore curioso sia dello specialista, per contribuire alla loro diffusione in una società che ha bruciato i tempi passando da agricola a industriale e, infine, a post industriale, diventando così sempre più complessa.

Numerosi sono i saggi e gli articoli ospitati in: HR On Line, organo on line di AIDP – Associazione Italiana per la Direzione del Personale; Persone & Conoscenze, rivista di ESTE editore, distribuita esclusivamente in abbonamento; La Voce di Romagna, quotidiano a diffusione della sub regione “Romagna” (da Imola a Rimini) e La Voce di Forlì-Cesena, quotidiano a diffusione provinciale, ora quasi tutti reperibili nell’archivio dei miei scritti.

Ho partecipato alla stesura di due libri: Locatelli F. – Foschi P.: “Modelli Organizzativi – Approccio all’analisi delle strutture”, Logos Edizioni, Padova, 1994, (II sezione pagg.109 – 208) e Novaga M. “Le piccole imprese – prospettive azienda domani”, Maggioli Editore, Rimini 1996 (pagg.71 – 82; 87 – 100);

in “Modelli Organizzativi – Approccio all’analisi delle strutture”, II sezione, pagg. 109 – 208, con un linguaggio accessibile, sono trasmesse le conoscenze pratiche indispensabili allo psicologo del lavoro perché possa trovare spazio negli staff gestionali dell’impresa. Solo conoscendo le regole che presiedono al funzionamento dell’istituzione nella quale l’interazione umana si sviluppa è infatti possibile realizzare efficaci interventi.

In “Le piccole imprese – prospettiva azienda domani”, nel capitolo “Personale” sono forniti contributi in merito sia al capitale umano sia alla motivazione della risorsa umana. Nel primo intervento, “Dal capitale umano alle risorse umane”, pagg.71 – 82, si concentra l’attenzione sul fatto che le “tutte le rilevazioni contabili aziendali hanno per oggetto il capitale fisico” mentre “nessuna rilevazione analizza il capitale umano”. Nel secondo intervento, “Perché l’uomo lavora”, pagg. 87 – 100, l’esposizione della “Teoria sequenziale dei bisogni” di Maslow è completata dagli assunti della “Teoria x e y” di D. McGregor, paradigmi di gestione della risorsa umana inserita nell’istituzione di lavoro. Il testo è stato adottato dall’insegnamento di “Psicologia delle organizzazioni” dell’Università di Padova.